Home |  
Comune di Barrea
L'antico nome di Barrea, Vallis Regia, compare per la prima volta in un documento ufficiale del 996 riguardante una donazione al Duca di Spoleto nel periodo terribile delle incursioni barbariche. Per proteggersi dalle invasioni gli abitanti del fondovalle si rifugiarono nei pressi di un monastero benedettino, chiamato "Studio", posto in posizione strategica sullo strapiombo del fiume Sangro. Lungo la fiancata sud-occidentale delle gole del Sangro nei secoli gli abitanti di Barrea hanno costruito le proprie case perché protette dalla natura e da una muraglia fortificata. La cinta muraria presentava due porte d'accesso ed era sorvegliata da torrioni difensivi ancora oggi visibili ed intatti (la Torre Quadrata e quella Rotonda). L'impianto urbanistico ed architettonico del paesino è molto particolare ed unico nella zona. Barrea, come gli altri paesi abruzzesi, nel tempo ha subito devastazioni e distruzioni a causa di guerre e terremoti. Nel periodo dopo l'Unità d'Italia le montagne di Barrea erano invase da bande di briganti che spaventavano la popolazione. Durante il secondo conflitto mondiale i barreani hanno vissuto un clima di tensione poiché proprio in questi territori passava la "Linea Gustav", lo sbarramento difensivo posto dai tedeschi contro l'avanzata angloamericana.
  Per ulteriori informazioni:

Comune di Barrea
Via Palombara Nuova, 11
Tel. 0864/88114 - Fax 0864/88204
Web: http://www.comune.barrea.aq.it/
Email: comunebarrea@comune.barrea.it

© Copyright by Abruzzo Italico Alto Sangro scarl. Tutti i diritti riservati. P.I. 09449780015

Realizzato con il contributo di: