Home |  
Comune di Ateleta
Nel 1810 ai coloni fu riconosciuto il diritto perpetuo ai beni finora posseduti. Il 5 dicembre 1810 il Re Gioacchino Murat esentò i terreni posseduti dai coloni dal pagamento della fondiaria per 5 anni permettendogli di costruire delle nuove case. Il nome "Ateleta" significa infatti "senza imposte". La nascita del Comune di Ateleta fu sancita dal decreto del Re del 14 febbraio 1811. Nel 1943 Ateleta fu occupata dai Tedeschi che effettuarono requisizioni e distruzioni con mine sparse su tutto il territorio. Mentre la popolazione si dava alla macchia rifugiandosi in aperta campagna prima di andare sfollata in Puglia, Ateleta subiva il più grande disastro della sua breve storia sotto gli occhi atterriti dei pochi testimoni rimasti sul posto. Il paese era ridotto in macerie e nel 1947 fu redatto il piano di ricostruzione che permise di rimetterlo in piedi completamente. Il paese risorto ritornò al suo splendore e fu dotato di servizi essenziali prima inesistenti.
  Per ulteriori informazioni:

Comune di Ateleta
Piazza Carolina, 18
Tel. 0864/65030- Fax 0864/65431
Pec comune.ateleta.aq@pec.it
Web www.comune.ateleta.aq.it




© Copyright by Abruzzo Italico Alto Sangro scarl. Tutti i diritti riservati. P.I. 09449780015

Realizzato con il contributo di: